L’uso del colore negli interni

Sappiamo tutti che la scelta delle diverse tonalità influenza anche il nostro stato d’animo .

Quindi di solito la scelta dei colori interni si basa sulla nostra sensibilità individuale.

Ma non sempre però si può dare libero sfogo alla propria fantasia, c’è il rischio poi di sentirsi oppressi a casa propria.

Alcuni consigli sulle tonalità più adatte potrebbero aiutarti.

Studio: Giallo e arancio stimolano la mente, accostati al turchese e al verde.

Ingresso e corridoio: qui i colori scuri dovrebbero essere evitati, questi opprimono gli spazi e riflettono negatività, é sempre preferibile usare toni chiari che danno luce, se poi la struttura lo permette, con qualche parete si può anche osare.

Soggiorno: Gradazioni del giallo e arancio, stimolano il movimento e danno energia, in una parte della casa che si vive di più durante il giorno.

IMGC51A

Cucina: Il bianco rimane sempre un mast, trasmette freschezza e sensazione di pulito, ma anche i toni caldi come il rosso, l’arancio e il giallo trovano un ottima simbiosi con l’elemento cucina.

Camere: Qui si consigliano le sfumature del verde, azzurro e rosa. Il rosso dicono porti insonnia.

Ma io preferisco i toni più caldi del nocciola.

Bagno: Le sfumature del giallo, arancio, rosso, rosa, azzurro, verde e bianco, conferiscono sensazioni di vitalità durante il bagno.

IMGC54B

Camera bimbi: Azzurro, verde e rosa, con le loro tonalità hanno il potere di calmare e nello stesso tempo aiutano la fantasia e la creatività.

I colori influenzano perfino la circolazione sanguigna, ed ogniuno di noi riceve sensazioni diverse ogni volta.

Partire da quello che sappiamo sui colori, per poi elaborarli e mescolarli, con lo scopo di regalarci quelle  sensazioni che ci vengono ispirate dal luogo in cui andremo a vivere, questo è il mio consiglio.

Ogni casa e ogni ambiente sono una cosa unica, non si possono omologare, vivremmo tutti in case uguali.

Nessun commento

Inserisci un commento

3 × uno =